Seminario sanscrito

Mantova
Orari del corso

Quattro incontri di 3 ore ciascuno,  a cura di Diego Manzi

lunedì

ora 19 – 22

Date

17 settembre 2018

22 ottobre 2018

19 novembre 2018

17 dicembre 2018

Perché seguire un corso di lingua sanscrita? 

La lingua sanscrita rappresenta un viatico straordinario e, per certi versi, propedeutico per la conoscenza della plurimillenaria civiltà indiana.

 

In particolare, lo studio di questa lingua, oltre a facilitare lo studio di altre lingue fiorite nel subcontinente indiano (dal pali al tibetano fino alle lingue moderne dell’India come la hindi), consente di aprire una “finestra” sui tesori più splendenti della letteratura indiana classica, giacché tutte le élite colte indiane, per alcuni millenni, hanno prodotto i loro gioielli realizzativi (in ambito artistico, scientifico, religioso, filosofico etc.) attraverso questa prodigiosa lingua.

 

Conoscere questa lingua “abilita” a cogliere orizzonti di senso e di significato incommensurabili non solo perché si tratta della lingua dello Yoga e, come si diceva, del patrimonio letterario più sublime dell’India classica, ma anche e soprattutto perché la sua grammatica stimola fortemente la coscienza linguistica dello studioso: “sostando”, tanto per fare degli esempi, sulle radici verbali, sulle regole di apofonia, sulle variazioni fonetiche e, non ultimo, sulla sua musicalità, egli affina qualità come l’umiltà, l’intuizione profonda, il rigore e il senso estetico. Provare per credere! Tant’è che saṃskṛta si dice di qualcuno o qualcosa che, dopo essere stato sottoposto a dei sacramenti (saṃskāra), abbia acquisito degli adhikāra, ossia delle competenze speciali quali idoneità specifiche, competenze, diritti, sovranità o privilegi.

 

Il corso di lingua sanscrita tenuto dal dott. Diego Manzi, adatto anche per coloro che si avvicinassero per la prima volta a questa lingua, si propone di fornire al partecipante quei rudimenti grammaticali fondamentali per instradarsi verso lo studio diretto dei testi redatti in lingua sanscrita.