Ritiro annuale 2019

Sulla via dello Yoga
ritiro annuale yoga
Periodo del viaggio

13.14.15 settembre 2019

arrivo: 18,30 del 13 settembre partenza: 14,30 del 15 settembre

presso MIRIPIRI
Loc. Sborzani, Pigazzano di Travo (Piacenza)

Iscrizione

Le iscrizioni verranno accolte sino ad esaurimento dei posti disponibili.

Il ritiro annuale si propone di creare un momento di pratica condivisa in cui poter sperimentare un’immersione nelle tecniche yoga e goderne pienamente i benefici per creare un percorso continuativo e profondamente trasformativo nella propria quotidianità.

Questa è la ragione per cui ogni anno il ritiro si incentrerà su una delle basi etiche della filosofia e pratica dello yoga ovvero yāma e niyama.

Il tema del ritiro yoga 2019: ahiṃsā, la non violenza

Il tema che ci accompagnerà dal 13 al 15 settembre 2019 sarà ahiṃsā, la non violenza, e sarà sperimentata e compresa nelle sue diverse forme (intellettuale, verbale, fisica) sia da un punto di vista pratico ed esperienziale, che teorico e filosofico, con costante riferimento alla cultura indiana.

Esperienza nelle diverse tecniche yoga

Attingendo alla tradizione si farà esperienza di diverse tecniche: āsana/posture, prāṇāyāma/tecniche di controllo dell’energia vitale e del respiro, dhāraṇā/concentrazione, dhyāna/meditazione, mantra/canto, mudrā/sigilli delle mani o del corpo.

Il ritiro si svolgerà presso Miripiri, riservato esclusivamente al gruppo di Yoga Padma Niketan, immerso nelle colline piacentine. Luogo ideale per fermarsi e ritirarsi in se stessi.

La guida del ritiro, Veronica Gambetti

Il ritiro è guidato dall’insegnante Veronica Gambetti.
Veronica segue da oltre 17 anni la via dello yoga nel solco della tradizione di Guru Maharaji, Maestro himalayano realizzato in vita che ha lasciato una larga produzione testuale e di cui Veronica ha ricevuto gli insegnamenti per il tramite di Lakshmi, sua discepola diretta. Si reca annualmente nell’Ashram fondato dal Maestro a Rishikesh dove continua ad approfondire pratiche spirituali rimanendo sempre nel solco della tradizione e con il supporto dell’Acharya Neeraj Tyagi. Approfondisce in particolare gli aspetti energetici della pratica attraverso una costante ricerca su nāda (suono) e prāṇa (soffio vitale).